31 marzo 1996, Lazio-Vicenza 3-0: Beppe-Gol sempre più (T)Re. Momento non facile per gli uomini di Zeman reduci da 3 sconfitte consecutive subite contro Inter, Juventus e Cremonese. Il riscatto lo firma Signori, con due rigori e una tripletta che lo conferma leader di una squadra che non vuole comunque farsi sfuggire l’Europa.

31 marzo 1974, Roma-Lazio 1-2: derby Scudetto con D’Amico e Chinaglia. Giornata chiave nel cammino della Lazio verso il tricolore. Giallorossi subito in vantaggio nel derby con uno dei rari errori di Felice Pulici, che fa un passo indietro di troppo e si porta il pallone oltre la linea nel neutralizzare un insidioso colpo di 

Continua a leggere

31 marzo 1985, Lazio-Atalanta 1-1: Fonte risponde a Magrin. Situazione di classifica ormai compromessa per la Lazio che gioca però una partita orgogliosa contro i bergamaschi, passati in vantaggio con una gran punizione di Magrin. Il giovane centrocampista a fine primo tempo trova il guizzo che evita la sconfitta ai biancazzurri.

30 marzo 1980, Lazio-Catanzaro 2-0: super D’Amico, vittoria-salvezza. In una squadra imbottita di giovani dopo lo scandalo del calcioscommesse, Vincenzo D’Amico prende per mano la squadra e toglie le castagne dal fuoco in classifica con una fondamentale vittoria con i calabresi. Fantastico, in particolare, l’assolo che porta al gol del vantaggio. IL TABELLINO SERIE A, 

Continua a leggere

30 marzo 1991, Lazio-Cesena 1-1: occasione sprecata, beffa Leoni. Brutto passo falso della Lazio contro un Cesena destinato alla retrocessioni. La squadra di Zoff sbaglia molto e rischia in difesa, ma passa a fine primo tempo con un’autorete. I romagnoli nel finale trovano un punto e la corsa verso l’Europa dei biancazzurri appare ormai compromessa.

29 marzo 1992, Juventus-Lazio 1-1: la prima volta di Cragnotti. Allo stadio Delle Alpi esordio in tribuna del nuovo patron che inizierà il ciclo più vincente della storia biancazzurra. Partita spettacolare, Riedle permette alla Lazio di sfiorare il colpaccio ma Schillaci trova il guizzo del pari proprio al 90′.

29 marzo 1987, Lazio-Campobasso 1-0: Marino scardina il bunker molisano. Sfida delicata per la Lazio che spreca un calcio di rigore nel primo tempo con Podavini, ma riesce a passare comunque grazie a una gran botta di Raimondo Marino che vale un passo in avanti che si rivelerà decisivo per la salvezza della banda del 

Continua a leggere