16 aprile 1950, Lazio-Inter 3-2: successo che vale il terzo posto. La Lazio si proietta in alto in classifica grazie a una sofferta ma meritata vittoria contro l’Inter, che va a segno due volte con Istvan Nyers ma deve sempre rincorrere i biancazzurri, a segno con Flamini, Magrini e Vittorio Sentimenti.

di Emiliano STORACE Un uomo d’altri tempi, con un fisico mingherlino ma con un cervello sopraffino. Un cervello che usava tanto in campo quanto fuori, riuscendo a resistere alle delusioni ed alla sfiducia che lo circondavano, con la calma e l’intelligenza dei veri uomini. Ovunque abbia giocato, Mario Frustalupi è sempre stato apprezzato nel tempo, un po’ come il vino 

Continua a leggere

13 aprile 2003, Modena-Lazio 0-0: bloccati al “Braglia”. Contro un Modena che si conferma solida rivelazione del campionato la Lazio non va oltre il pari, restando stavolta all’asciutto col suo attacco atomico. Il punto conquistato è comunque buono per avvicinarsi alla qualificazione in Champions League.

10 aprile 1993, Lazio-Foggia 1-1: Riedle non basta. Sabato di Pasqua, la Lazio colpisce con un colpo di testa del suo implacabile bomber tedesco, ma i Satanelli di Zeman riescono a reagire e segnano con De Vincenzo in apertura di ripresa. La Lazio non riesce a segnare e anzi Nicoli sfiora il colpaccio per i 

Continua a leggere

10 aprile 1996, Lazio-Fiorentina 4-0: gran poker nel recupero. Si gioca la sfida nel turno precedentemente rinviato per lo sciopero dei calciatori e la Lazio di Zeman vive una delle sue giornate sì contro i Viola di Ranieri che già avevano subito 8 gol all’Olimpico nella stagione precedente. La sblocca Winter, poi doppietta di Signori 

Continua a leggere

10 aprile 1988, Atalanta-Lazio 1-1: Monelli-Garlini, punto promozione per due. Importante passo avanti verso la promozione per la Lazio, che passa in vantaggio a Bergamo con un gol dell’attaccante. Il pari su rigore di Garlini consente ai nerazzurri di evitare il ko e proseguire verso il salto in Serie A che le due squadre centreranno 

Continua a leggere

8 aprile 1987, Lazio-Juventus 0-2: serata di gala per la Banda del -9. Notte indimenticabile di Coppa Italia, nonostante la sconfitta, per i ragazzi di Fascetti. 70.000 spettatori all’Olimpico e fumogeni rosso fuoco all’ingresso delle due squadre nel ritorno degli ottavi di finale di Coppa Italia. La Lazio all’andata aveva imposto lo 0-0 casalingo alla 

Continua a leggere