3 aprile 2010, Lazio-Napoli 1-1: irrompe Floccari, ma non basta. La Lazio prova ad aumentare i giri verso la salvezza, ma nel match del sabato di Pasqua esce fuori un pari. Imperioso colpo di testa del centravanti arrivato a gennaio su cross di Mauri a inizio gara, poi Hamsik fissa il pari prima dell’intervallo.

3 aprile 1999, Lazio-Milan 0-0: l’errore fatale sul gol di Vieri. Sfida Scudetto all’Olimpico, la Lazio vola a +6 sulla Fiorentina e resta a + 7 sul Milan che però è graziato sul gol lampo del centravanti, annullato per fuorigioco ma in posizione regolare. Alla fine del campionato lo sbaglio dell’assistente peserà come un macigno 

Continua a leggere

2 aprile 2006, Lazio-Empoli 3-3: super Di Canio non basta. Match pirotecnico con i biancazzurri che sprecano un doppio vantaggio, ma con una prodezza dell’attaccante sembrano chiudere i conti. Una sfortunata autorete di Oddo invece consente ai toscani di strappare almeno un punto all’Olimpico.

31 marzo 1996, Lazio-Vicenza 3-0: Beppe-Gol sempre più (T)Re. Momento non facile per gli uomini di Zeman reduci da 3 sconfitte consecutive subite contro Inter, Juventus e Cremonese. Il riscatto lo firma Signori, con due rigori e una tripletta che lo conferma leader di una squadra che non vuole comunque farsi sfuggire l’Europa.

31 marzo 1974, Roma-Lazio 1-2: derby Scudetto con D’Amico e Chinaglia. Giornata chiave nel cammino della Lazio verso il tricolore. Giallorossi subito in vantaggio nel derby con uno dei rari errori di Felice Pulici, che fa un passo indietro di troppo e si porta il pallone oltre la linea nel neutralizzare un insidioso colpo di 

Continua a leggere

31 marzo 1985, Lazio-Atalanta 1-1: Fonte risponde a Magrin. Situazione di classifica ormai compromessa per la Lazio che gioca però una partita orgogliosa contro i bergamaschi, passati in vantaggio con una gran punizione di Magrin. Il giovane centrocampista a fine primo tempo trova il guizzo che evita la sconfitta ai biancazzurri.

30 marzo 1980, Lazio-Catanzaro 2-0: super D’Amico, vittoria-salvezza. In una squadra imbottita di giovani dopo lo scandalo del calcioscommesse, Vincenzo D’Amico prende per mano la squadra e toglie le castagne dal fuoco in classifica con una fondamentale vittoria con i calabresi. Fantastico, in particolare, l’assolo che porta al gol del vantaggio. IL TABELLINO SERIE A, 

Continua a leggere

30 marzo 1991, Lazio-Cesena 1-1: occasione sprecata, beffa Leoni. Brutto passo falso della Lazio contro un Cesena destinato alla retrocessioni. La squadra di Zoff sbaglia molto e rischia in difesa, ma passa a fine primo tempo con un’autorete. I romagnoli nel finale trovano un punto e la corsa verso l’Europa dei biancazzurri appare ormai compromessa.