30 maggio 1993, Lazio-Napoli 4-3: l’Europa… per riprenderci la storia. Questo lo striscione in Curva Nord che richiama all’obiettivo, con la Lazio pronta a tornare in Coppa UEFA dopo gli ultimi anni di tentativi a vuoto. Sembra tutto facile dopo la doppietta di Riedle, inizia poi un botta e risposta con i partenopei in partita 

Continua a leggere

5 maggio 1996, Lazio-Napoli 1-0: l’ultima in casa la firma Di Matteo. La Lazio saluta l’Olimpico con un successo sofferto ma importante per la rincorsa al terzo posto contro i partenopei. Decide il centrocampista, Signori nel giorno delle celebrazioni dei sui 100 gol in maglia laziale (sarà capocannoniere per la terza volta a fine stagione) 

Continua a leggere

27 aprile 1980, Lazio-Napoli 1-1: punto della tranquillità per i biancazzurri e botta e risposta nel primo tempo contro i partenopei. D’Amico è inarrestabile e serve a Garlaschelli l’assist del vantaggio, ma prima dell’intervallo il Napoli pareggia. Ingenuità del giovane Roberto Piccinini, in quella che sarà la sua unica presenza con la maglia della Lazio, 

Continua a leggere

21 aprile 1984, Lazio-Napoli 3-2: Laudrup trascina alla vittoria. Il danesino scatenato contro i partenopei, doppietta dopo la rete-lampo di Giordano. Il Napoli resta in partita fino alla fine con i gol di Dal Fiume e Celestini, ma la vittoria avvicina di moltissimo alla salvezza la Lazio.

3 aprile 2010, Lazio-Napoli 1-1: irrompe Floccari, ma non basta. La Lazio prova ad aumentare i giri verso la salvezza, ma nel match del sabato di Pasqua esce fuori un pari. Imperioso colpo di testa del centravanti arrivato a gennaio su cross di Mauri a inizio gara, poi Hamsik fissa il pari prima dell’intervallo.

Daniele Rindone, giornalista del Corriere dello Sport, è intervenuto nella trasmissione radiofonica Laziali On Air, condotta da Danilo Galdino e Fabio Belli: “Sono estasiato dall’ultima settimana che si è vissuta, perché credo che assistere a una festa così grandiosa a partire dalla splendida mattina al Salone d’Onore del CONI, per poi coronarla con l’ennesima partita 

Continua a leggere

Le più belle trame – di vita, fatta di pezzetti di gioco e di storia – hanno i migliori protagonisti: scritti con empatia e distinti da una caratterizzazione iper-umana, sono tutto ciò che ognuno dovrebbe essere. Fonte d’ispirazione di gesta di un’intensità resa semplice, semplice da raccontare e tramandare, l’altezza di un uomo che diventa 

Continua a leggere