di Fabio BELLI 43 punti nel girone d’andata, 35 nel girone di ritorno: nonostante un post lockdown poco più che pessimo, il rendimento della Lazio è stato coerente con una squadra settima nelle griglie di inizio anno e che finisce in Champions League in pantofole. Tutto si spiega, meno la bava alla bocca di una 

Continua a leggere

Il primo trofeo che è riuscito ad andare oltre la pandemia ha superato anche i 90′ di gioco, fino ad arrivare all’appendice dei rigori. L’ha vinto il Napoli, che più della Juve aveva meritato, grazie all’infallibilità dei propri giocatori dal dischetto, ma anche alla parata di Meret sulla prima conclusione di Dybala. Un riscatto per 

Continua a leggere

Le più belle trame – di vita, fatta di pezzetti di gioco e di storia – hanno i migliori protagonisti: scritti con empatia e distinti da una caratterizzazione iper-umana, sono tutto ciò che ognuno dovrebbe essere. Fonte d’ispirazione di gesta di un’intensità resa semplice, semplice da raccontare e tramandare, l’altezza di un uomo che diventa 

Continua a leggere

di Fabio BELLI A oltre un mese dal 3-1 all’Olimpico contro la Juventus, la Lazio torna a giocare una partita casalinga contro un Napoli alle prese con diverse assenze. A quelle di Maksimovic, Ghoulam, Koulibaly, Younes e Mertens si è aggiunta quella del portiere Meret, non convocato e che sarà sostituito da Ospina. Nella Lazio formazione tipo con 

Continua a leggere

Al triplice fischio dell’ultima giornata era già scattato il toto allenatori della prossima serie A. Il futuro già deciso di Allegri, il destino segnato di Spalletti, l’attesa di e per Conte, oltre ai giudizi sulle stagioni di Gattuso e Inzaghi senza tralasciare nuove chances e prospettive che si sarebbero aperte da lì a poco grazie 

Continua a leggere

di Fabio BELLI Pazza Lazio, amala. Riecheggiano a San Siro parole altrui, per una volta, non perché manchi un immaginario, anzi sin troppo vasto, ma perché solo con una meravigliosa follia si può spiegare l’altalena di rendimento che, dopo il Chievo, porta a compiere la seconda impresa dell’anno a San Siro in Coppa Italia. La 

Continua a leggere

di Fabio BELLI Troppi deja vu: una Lazio bella ma poco concreta, il possesso palla, l’occasione fallita (da Immobile) il palo colpito (da Immobile), il gregario che entra e combina disastri (da Patric a Durmisi, ritorno al futuro). E poi l’arbitro: che non vede il calcione finale di Rodriguez su Milinkovic-Savic solo perché lo svizzero 

Continua a leggere

di Fabio BELLI (foto © Antonio FRAIOLI) Una partita per recuperare: giocatori importanti, autostima, grinta e in campo e un pizzico di positività. Non prendere gol in casa in un doppio confronto è sempre una buona notizia: la sterilità offensiva però continua e questo non può non preoccupare Inzaghi, che d’altro canto si compiace di 

Continua a leggere

Beppe Incocciati, ex attaccante rossonero, alla vigilia di Lazio-Milan è intervenuto sugli 88.100 di ElleRadio nella trasmissione Laziali On Air, condotta da Danilo Galdino e Fabio Belli: “Il Milan ha trovato degli equilibri importanti, in un momento in cui serviva ha trovato un finalizzatore straordinario come Piatek. In questo momento c’è massima fiducia anche su 

Continua a leggere