Raimondo Marino e una doppietta di Monelli: questa la firma sulla partita che riporta finalmente la Lazio in Serie A, dopo anni di sofferenze e la paura per la stessa sopravvivenza del club. Una grande festa dopo una cavalcata che ha visto gli uomini di Fascetti sprintare nel momento decisivo. IL TABELLINO SERIE B, 19 

Continua a leggere

15 giugno 1986, Lazio-Brescia 4-2: poker e addii all’Olimpico. Si chiude un campionato travagliato, l’ennesimo, con una quaterna al Brescia già promosso in Serie A. Salutano in tanti, a partire da Gigi Simoni in panchina fino al capocannoniere del campionato, Oliviero Garlini, e la bandiera Vincenzo D’Amico che sigla il suo ultimo gol con la 

Continua a leggere

12 giugno 1983, Cavese-Lazio 2-2: esodo in trasferta e ritorno in Serie A. A Cava de’ Tirreni la Lazio si prende il punto che serve per la Serie A, rimontata due volte ma dopo il successo precedente contro il Catania bastava un passo per festeggiare il ritorno nella massima serie dopo tre anni. IL TABELLINO 

Continua a leggere

7 giugno 1981, Lazio-Cesena 2-0: col cuore, aggrappati alla A. Nonostante cinque assenze e la fatica di un intero campionato sulle spalle, la Lazio si rimette in carreggiata nella corsa promozione battendo nel finale un coriaceo Cesena e riagguantando in classifica proprio i romagnoli ed il Genoa.

15 maggio 1988, Catanzaro-Lazio 1-1: Monelli all’ultimo minuto. Trasferta fondamentale, i calabresi passano in vantaggio e sono vicini al rilancio nella corsa promozione, ma al 94′ una spettacolare girata dell’attaccante gela il Ceravolo e regala alla Lazio il passo decisivo per la promozione in Serie A.

18 aprile 1987, Modena-Lazio 1-1: colpaccio Pasquale sfiorato. Nel sabato di Pasqua la Lazio scende in campo determinata e passa con Gabriele Pin in apertura di ripresa. Mandelli divora il raddoppio e Mascalaito inventa la mossa giusta, con l’ingresso di Ferraris e il successivo gol che garantisce almeno un punto agli emiliani.