Un passo avanti verso il ritorno della Premier: dal 1 giugno, nel rispetto della fase 2 indicata da Boris Johnson nel discorso in Parlamento, saranno “consentiti eventi culturali e sportivi nella modalità delle porte chiuse, evitando il rischio di contatti sociali su larga scala”. Il documento elaborato dal governo britannico è articolato in cinquanta pagine 

Continua a leggere